Percorso: Prodotti/
Software 3D/
 

Luxology

 

Modo lancia la nuova evoluzione della modellazione 3D, del painting e del rendering in un'unica soluzione per Mac e PC, includendo anche veri e propri strumenti di scultura 3D ed elementi per l'animazione e il rendering in rete!

Luxology Modo è un software professionale nel campo dell'animazione 3D e di Special FX; al momento il suo core operativo è composto da modellazione, painting e rendering.

Molto apprezzato per le spiccate doti di modellatore poligonale e subdivision surface incorpora anche un motore di rendering GI (global illumination) che permette di ottenere immagini di alto livello e dalle ottime capacità velocistiche.

Una delle caratteristiche del prodotto è di avere una interfaccia completamente personalizzabile, facilmente fruibile ed improntata a rendere l'esecuzione delle azioni e comandi semplice. Programma in continuo sviluppo, segue un approcio di evoluzione "modulare", ovvero di relase in relase non solo aumentano le funzioni ma nascono parti completamente nuove del software.

L'interfaccia di Modo, le viste tridimensionali e il resto del programma si basano su di un framework proprietario denominato "nexus" basato su tecnologia quale openGL, python per l'interfaccia e linguaggi quali C++ e ObjC per le sezioni più critiche.

 

 

 

 

Licenza commerciale singolo utente (Individual License). Versione download, valida per MAC, WIN e LINUX.  La licenza consente di avviare l`applicazione sia su Mac che su Windows. Non è necessario specificare la piattaforma al momento dell`acquisto, infatti è possibile scambiare il sistema ad ogni occorrenza. In più, è possibile avviare modo in modalità di rendering "slave", consentendo fino a 50 macchine in rete di renderizzare sequenze animate o immagini grafiche a risoluzione estremamente elevata.

Licenza commerciale singolo utente (Floating License). Versione download, valida per MAC, WIN e LINUX.  La licenza consente di avviare l`applicazione sia su Mac che su Windows. Non è necessario specificare la piattaforma al momento dell`acquisto, infatti è possibile scambiare il sistema ad ogni occorrenza. In più, è possibile avviare modo in modalità di rendering "slave", consentendo fino a 50 macchine in rete di renderizzare sequenze animate o immagini grafiche a risoluzione estremamente elevata.

Licenza di aggiornamento commerciale singolo utente (Individual License), valida per MAC, WIN e LINUX. Versione Elettronica solo download.

MODO 801 offre nuove funzionalità per la character animation e la dinamica, oltre ad una migliorata sezione dedicata alla modellazione retopology e molte altre nuove caratteristiche per un workflow ottimizzato.
 

...Loading

  Descrizione Prezzo Prezzo Netto IVA (%) Info  
 Listino: Modo
-- -- 22
-- -- 22
-- -- 22
-- -- 22

Tutti i prezzi di listino possono variare senza preavviso, sono validi per 1,00 €≥ 1,20 $ e comunque soggetti ad approvazione da parte di SIMIT.
La disponibilità del prodotto (1g., 5g.) indica i tempi entro i quali verrà comunicata la disponibilità dei prodotti in magazzino tramite conferma d`ordine.
Pertanto si prega di non effettuare pagamenti in anticipo ma attendere conferma di SIMIT per qualunque ordine.


Per informazioni circa i prodotti non presenti attualmente nei listini si prega di contattarci

 


Modo 801

Superare il tradizionale workflow 3D immergendosi in una profonda esperienza creativa ora è finalmente possibile con un unico software.

MODO 801 offre un nuovo e raffinato workflow per la creazione di modelli di design, contenuti di videogame, animazione di personaggi e realizzazione di immagini pubblicitarie di elevata qualità. Creato ponendo al primo posto le esigenze dei designer e artisti digitali, MODO 801 reintroduce la libertà espressiva e il divertimento nella creazione di contenuti digitali professionali, massimizzando la produttività e la qualità dell'output in meno tempo.

 

Ecco alcuni motivi per acquistarlo

La perfezione raggiunta col tempo e grazie a continui miglioramenti

Una cosa è aggiungere una nuova funzionalità nel software, e quindi passare ad un altro argomento. Altra cosa è tenere costantemente monitorate le esigenze della comunità degli utenti, e considerarle come le linee guida da seguire nello sviluppo. MODO 801 è basato sulla filosofia che la perfezione si raggiunge attraverso la continua messa a punto, come si evidenzia nelle profonde migliorie apportate agli strumenti di modellazione, sculpting, animazione e rendering.

Simulazione delle particelle semplificata

Gli effetti delle particelle in MODO 801 sono parte della nuova architettura del sistema di simulazione, e consentono a corpi rigidi e morbidi di interagire con le particelle. Gli artisti possono scolpire le particelle nelle forme desiderate, o usare la vista schematica per controllare il comportamento al livello più dettagliato. Nessuna perdita di tempo per apprendere tutti gli intrinseci dettagli delle particelle, condividere e caricare i template è facilitato con i sistemi di preset e le librerie di effetti.

Aumento delle prestazioni

Tempi di consegna che si accorciano sempre più, e crescente complessità delle scene sono le difficoltà che quotidianamente incontrano i designer e gli artisti digitali. MODO 801 risponde a queste esigenze con significativi aumenti delle prestazioni, in molti casi aumentate sino a 175 volte in particolare apportando modifiche a grandi scene. L'ottimizzazione nella selezione e cancellazione comporta miglioramenti sino a 10x, e l'anteprima di rendering può ora essere usata come parte del workflow quotidiano con miglioramenti nella sincronizzazione e una significativa riduzione dei tempi di rendering.

Più valore aggiunto al proprio investimento.

MODO 801 offre un ambiente moderno e integrato per la modellazione, painting 3D, sculpting, animazione e illimitato rendering di rete.

 

Caratteristiche

Di seguito elenchiamo solo le più importanti feature che caratterizzano la nuova versione.

 

Nodal Shading

Potenziando il processo di gestione materiali esistenti, la nuova vista Nodal Shading permette ad artisti di qualsiasi livello di creare shaders e materiali più complessi.

La migliore Animazione

Nuove funzionalità keyframing, che includono strumenti Time markers, Onion Skinning, Spacing Charts, e In-Between.

Rigging e Deformers

I nuovi deformers Wrap, Lattice e Beziers estendono le già vaste potenzialità degli Ordini di Operazioni (OoO) degli strumenti di deformazione di MODO.

Referencing

Il referencing introdotto con MODO 801 consente un workflow collaborativo efficiente, e il facile riutilizzo degli asset in un gruppo di sviluppo.

Dinamica e particelle

Gli artisti possono ora simulare flessibili corde e catene in movimento, frammenti di oggetti per creare realistiche animazioni distruttive o il nuovo Glue system per simulare layer con vincoli interrompibili.

Capelli e pellicce

Con MODO 801 si introducono le possibilità di controllare interattivamente la stilizzazione di capigliature e pellicce in modo fortemente potenziato. Nuove guide per lo sviluppo dei capelli possono essere generate dalla geometria di base o interpolate da guide esistenti.

Miglioramenti nel painting e nello scultping

Con MODO 801 diventa possibile dipingere linee curve su una superficie con maggiore controllo. Le nuove opzioni Auto Scale e 2D/3D Curve per i pennelli migliorano il workflow del painting e dello sculpting.

Texture Baking

Nuovi canali di rendering offrono un maggiore controllo sulla risoluzione dell'output ed è possibile usare una gabbia di baking con vertex map per utilizzare le informazioni della mappa di normali da un oggetto ad un altro.

UV Unwrap

Le prestazioni della sezione UV, navigazione della camera e processo di selezione del painting sono state migliorate attraverso l'introduzione di nuovi strumenti di unwrap UV e Relax, che supportano anche il metodo Angle flattening.

Misure GL

Le misure GL consentono agli artisti di evidenziare le informazioni rilevanti nella vista, rendendo le scene più leggibili in un contesto collaborativo.

Nuovi materiali e texture

Complessi effetti come la simulazione di chiazze d'olio nell'acqua o i vortici visibili nelle bolle di sapone sono ora possibili con il nuovo materiale Thin Film basato sulla fisica. Un potente controllo sugli effetti di diffrazione dipendenti dall'angolo di visuale consente di creare unici effetti di arcobaleno sulle superfici, con il nuovo materiale iridescente.

Animazione dei personaggi e Deformatori

Con la nuova versione è stato introdotto un intero modulo di Rigging che, grazie adi nuovi strumenti, non va inteso come il solito strumento per l'animazione di personaggi. I nuovi strumenti di rigging infatti rendono possibile costruire assemblaggi con relazioni complesse, completi di realistiche deformazioni di corpi morbidi (tessuti, liquidi, ecc.). Nell'intento di realizzare un rendering di un, vestito o di oggetti in pelle, sarà possible apprezzare la deformazione tramite una simulazione sufficientemente realistica e con una semplicità senza precedenti. Naturalmente specializzandosi sulle tecniche di rigghing, sarà possibile anche creare pose ed animazioni di assemblaggi complessi. Grazie alle dinamiche disponibili, sarà possibile anche osservare, il comportamento di urti come dei birilli sulla una pista da bowling nel momento dell'impatto.

Dinamiche

Aggiunto un nuovo modulo per la dinamica. Il pacchetto di fisica (dinamica per corpi rigidi e morbidi basato sul Bullet Physics engine v2.79) è ora incluso con l'acquisto di modo 601. Tanto per citare alcuni esempi delle potenzialità di tale modulo, è possibile simulare il numero esatto si sfere che entrano in un contenturore, oppure l'aspetto esatto che assumerebbe una catenina appesa su un manichino (classica aplicazione orafa), ecc

Modellazione

Attraverso l'implementazione di una gestione migliorata delle Subdivision Surfaces Pixar, modo 601 consente ora di stirare singoli vertici (RAWK) e controllare la densità della mesh di visualizzazione separatamente rispetto alla mesh di rendering. Inoltre sono state introdotte le funzioni di Render Booleans e controllo bordi, con le quali è possibile aggiungere, sottrarre o intersecare mesh, consentendo di raccordare visivamente i bordi anche in fase di rendering. Con queste nuove tecniche, è possibile ovviare a laboriose tecniche di modellazione tipiche del CAD, per applicare raccordi dal raggio ridotto. Tramite tali funzioni, diventa possibile recuperare tempo di modellazione. ed un recupero di poligoni a tutto vantaggio dei tempi di rendering.

Flusso di lavoro

Un aspetto importante della produzione è la velocità di iterazione delle forme durante la progettazione (nota sotto il nome di Re-Topologia della scena). Si parte da un modello abbozzato, lo si rifinisce, ricostruisce, e lo si prova n volte. Si arriva al prodotto finito solo dopo un numero definito di cicli. Per “Re-topologia” si intende dunque proprio ricostruire la scena. modo 601 offre una serie di nuovi strumenti per effettuare la “Re-topologia” della scena. Tali funzioni non risultano solo sono ottimi strumenti per ricostruire una mesh fatta male, costituiscono anche un validissimo ausilio per il reverse engineering di dati acquisiti tramite scanner. E' sufficiente importare una nuvola di punti acquisita con uno scanner 3D per consentire a modo 601 di convertire e ripulire una mesh SUBD rendemdola pronta per l'ingegnerizzasione in versa tramite CAD. Già la sola funzionalità appena citata, giustificherebbe già l'acquisto di modo 601, considerando anche un eventuale abbinamento con lo scanner 3D della Nextengine, in grado di acquisire mesh 3D per lasciare a modo 601, di rifinirlo per ottenere una qualità tipica del CAD. Per concludere quì anche se non sono finite le novità in tal senso, è stato introdotto il supporto per lo Space Navigator. Grazie all'implementazione di tale supporto hardware, l'ergonomia degli strumenti nella lavorazione dei modelli 3D spingono la produttività ad un livello superiore.

Rendering 

Il motore di rendering di modo è sempre stato considerato uno dei migliori, ma la nuova versione 601 lo migliora ulteriormente implementando delle migliorie a livello di codice spingendo i risultati ad un livello ancora più veloce e realistico. Inoltre, l'intero workflow del rendering è stato completamente riprogettato al fine di migliorarne ulteriormente l'usabilità.

Shading

Implementazione di una vasta scelta di Shaders quali pelle, capelli, cel, bordi arrotondati, ecc. Questi shaders consentono di spingeri ad un livello superiore nelle potenzialità di visualizzazione sia realistica che non realistica (cel e halftone).

Volumi e Particelle

Ora è possibile riprodurre un gran numero di oggetti con maggiore semplicità. Con in nuovi strumenti particellari, diventa possibile dipingere letteralmente nuvole di particelle e quidarle guidare nella posizione desiderata. All'interno del modulo di rendering volumetrico sono state aggiunte in Modo 601, delle funzioni che permettono di creare oggetti e materiali fluidi e rarefatti come nuvole e fumo.

Interoperabilità

modo 601 dispone ora di due CAD Loader (acquistabili separatamente) che implementano il kernel Parasolid per l'import/export di file X_T, STP, ed IGS. Gli oggetti CAD sono importati come nuovo “CAD Item” e la poligonizzazione quad/n-gons viene calcolata dinamicamente, basata su impostazioni a livello item. Questo significa che modo può andare ad integrare le funzionalità di qualsiasi CAD in grado di salvare file STP. GRANDIOSO.

Requisiti di Sistema

Ciascuna licenza MODO consente l'installazione su un PC o Mac a scelta.
 

Requisiti Generali di Sistema per MODO 801 

(minimi)
2 GB RAM minimo 
2 GB di spazio libero su hard disk per una installazione completa
Mouse; puntatore sensibile alla pressione (come tavolette grafice) o mouse 3d 3Dconnexion
Scheda grafica accellerata OpenGL 2.0 con un minimo di 1280 x 800 di risoluzione
Connessione Internet connection richiesta per l'attivazione del prodotto per l'accesso online ai video
 

Windows®

Requisiti (minimi)
In aggiunta a quanto specificato nei Requisiti Generali di Sistema:
Windows 7 e 8 (supportati solo nella versione 64-bit)
Processore(i) Intel Xeon/Core 2 Duo, Quad/Core i7 o AMD Opteron/ Phenom . Deve supportare il set di istruzioni SSE2.
 

Macintosh®

Requisiti (minimi)
In aggiunta a quanto specificato nei Requisiti Generali di Sistema:
Mac® OS X 10.7 o successivo (supportati solo nella versione 64-bit)
Processore(i) Intel, Core2Duo o superiori.
Note: La modalità Full screen per il sistema operativo Lion non è attualmente supportata. 
 

Linux

Requisiti (minimi)
In aggiunta a quanto specificato nei Requisiti Generali di Sistema:
Red Hat Enterprise Linux 5.4 o succesivo (supportati solo nella versione 64-bit)
Processore(i) Intel, Core2Duo o superiori.